fbpx

FIRENZE: Arriva la multa stampata con lo smartphone

FIRENZE: Arriva la multa stampata con lo smartphone

FIRENZE: Arriva la multa stampata con lo smartphone

Firenze. Dal 1° marzo il pagamento solo con PagoPa. Già a disposizione della Polizia Municipale 80 dispostivi, nelle prossime settimane arriveranno a 400.

Va avanti la modernizzazione delle dotazioni della Polizia Municipale. In questi giorni sono stati consegnati i primi 80 smartphone che consentono, grazie a una piccola stampante termica portatile, di rilasciare l’avviso di pagamento. Si tratta di uno scontrino con QrCode che sostituisce il vecchio verbale e con il quale si può procedere al pagamento presso qualunque sportello abilitato. Oppure, on line inquadrando il QrCode con l’applicazione della propria banca o altri canali di pagamento autorizzati sia utilizzando il link riportato nello stesso avviso.

Nelle prossime settimane saranno consegnati i rimanenti dispositivi agli altri reparti fino ad arrivare ai 400 previsti. In questo modo, tutti gli agenti della Polizia Municipale in servizio potranno lasciare il nuovo avviso con tutte le informazioni per procedere al pagamento. Pagamento che dal 1° marzo potrà avvenire soltanto con le modalità riportate nell’avviso di accertamento elevato con lo smartphone e stampato con il dispositivo portatile. Proprio per questo nelle prossime settimane gli agenti ancora non dotati della nuova attrezzatura lasceranno sul veicolo una sorta di verbale rosa modificato.

Come pagare la multa?

In concreto il cittadino dovrà scaricare l’avviso di pagamento dal sito della Polizia Municipale inserendo nel formulario i dati richiesti e procedere al pagamento. Si ricorda che non è consentito il pagamento con questi tipi di avvisi in caso di una violazione con decurtazione dei punti. In questo caso si deve attendere la notifica del verbale o si può chiedere alla Polizia Municipale la notifica immediata se presenti sul posto. Per quanto riguarda il pagamento on line delle multe tramite PagoPa, si effettua senza registrazione.

A conferma dell’avvenuto pagamento il cittadino riceve una email che funziona da ricevuta (da conservare 5 anni). Il versamento viene immediatamente registrato negli archivi comunali. Si applicano commissioni che variano in base allo strumento utilizzato e al prestatore di servizio (per info consultare il sito PagoPa). Per effettuare il pagamento è necessario inserire i dati presenti nell’avviso di pagamento: codice fiscale/partita iva e codice di avviso. Anche con i nuovi avvisi nei casi previsti resta valido lo sconto del 30% se il pagamento viene effettuato entro 5 giorni dalla notifica.

Fonte: LA NAZIONE

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET