fbpx

MILANO: Gli stranieri non pagano le multe

MILANO: Gli stranieri non pagano le multe

MILANO: Gli stranieri non pagano le multe

Milano. La Sardone mette in luce un buco di oltre 10 milioni di euro: “Gli stranieri sono liberi di violare sistematicamente le leggi del codice stradale“.

La Lega denuncia un buco da 10 milioni di euro nelle casse del Comune provocato dalla mancata riscossione delle multe elevate alle automobili straniere.

Il commento di Silvia Sardone. “Siamo alle solite, i furbetti che vengono da fuori confine sanno che il sistema di riscossione di Palazzo Marino fa acqua da tutte le parti“. La consigliera comunale aveva presentato un’interrogazione sul tema, considerando che i conducenti di veicoli stranieri devono provvedere a pagare immediatamente all’agente accertatore la sanzione pecuniaria.

La Sardone ha chiesto al sindaco Giuseppe Sala di sapere a quanto ammonta la cifra totale di contravvenzioni non pagate da conducenti con targa straniera. Per recuperare le sanzioni pecuniarie, si risponde quanto segue. “Da più esercizi finanziari è stato affidato a seguito di gara pubblica ad una società esterna il servizio di ricerca dei trasgressori residenti all’estero […]”. Nel 2019 sono state poco più di 202mila le violazioni affidate alla società esterna per la notifica all’estero, di cui 52mila non pagate. Nel 2020, invece, le violazioni non pagate sono salite a oltre 75mila, per questo il totale non incassato ha sfiorato i 6 milioni di euro.

La denuncia

Una situazione che la Sardone definisce “insostenibile“, anche perché va avanti da diverso tempo e ciò ricade interamente sui cittadini di Milano. Le somme non riscosse, propone, potrebbero essere impiegate ad esempio “per riasfaltare le strade conciate peggio o per sistemare la viabilità della città laddove necessario“. La leghista ha sottolineato l’urgenza di ripensare il meccanismo di riscossione, poiché a suo giudizio i numeri forniti dagli uffici evidenziano che non stia funzionando. La Sardone conclude. “Mentre i milanesi […] vengono vessati con ZTL, autovelox, area C e ciclabili dannose, gli stranieri sono liberi di violare sistematicamente le leggi […]“.

Fonte: Il Giornale

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET