FOLLONICA: sospesa la vigilessa che multava ingiustamente

FOLLONICA: sospesa la vigilessa che multava ingiustamente

FOLLONICA: sospesa la vigilessa che multava ingiustamente

Con le credenziali dei colleghi, la vigilessa di Follonica entrava nel sistema informatico per preparare varie multe fasulle.

Per questa ragione, accusata di falso materiale, falso ideologico commesso da privato, accesso abusivo a sistemi informatici, abuso d’ufficio e falso materiale commesso da pubblico ufficiale. Pertanto, il Pubblico Ministero Ester Nocera ha richiesto di avviare un’indagine per valutare la condotta della vigilessa toscana. Per aver comminato multe fasulle a persone con cui aveva litigato, la vigilessa di Follonica è stata interdetta dal servizio per sei mesi.

La vigilessa aveva punito sette persone con multe corredate da decurtazione dei punti dalla patente. Con questa intenzione, utilizzando le credenziali dei suoi colleghi, la vigilessa si intruceva spesso nel sistema informatico. Non vi erano copie cartacee delle contravvenzioni e i soggetti multati hanno potuto dimostrare che si trovavano in luoghi diversi rispetto agli orari indicati nelle multe. Tra le vittime c’era una sua vicina di casa proprietaria di un cane che abbaia spesso e delle persone che si sono rifiutate di testimoniare in suo favore. Multe dettate dal risentimento della donna.

Fonte: Blasting News

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET