fbpx

FONDI: strage di multe per semaforo rosso

FONDI: strage di multe per semaforo rosso

FONDI: strage di multe per semaforo rosso

Fondi. Sono tutt’altro che rassicuranti i numeri che sono usciti dai calcoli della Polizia Municipale sull’incidenza con cui viene commessa l’infrazione di attraversamento con semaforo rosso. Sembra essere stata dimenticata dai più la prima regola della circolazione, quella che si apprende all’asilo e che può causare incidenti dalle conseguenze drammatiche. Oltre a non fermarsi al rosso, gli automobilisti superano i limiti di velocità quotidianamente, si mettono al volante dopo aver bevuto e parlano al telefono.

È ben nota la pericolosità della provinciale per Lenola, tanto da ispirare persino un consiglio comunale ad hoc nella località collinare. Ha assistito dall’alto a centinaia di incidenti, quando non era in funzione la telecamera negli anni passati, il semaforo di via Ponte Gagliardo.

Gli automobilisti non sembrano curarsene del fatto che ora la segnaletica verticale luminosa è perfettamente funzionante e dotata di un dispositivo di rilevazione delle infrazioni.

Passare con il semaforo rosso corrisponde ad una detrazione di sei punti sulla patente con la sospensione della stessa per chi risulta recidivo nel biennio. L’importo della multa da pagare sarà di 116 euro entro 5 giorni, 167 euro entro 60 giorni o 330 euro oltre 60 giorni dalla notifica. Non si sono fermati con il rosso ben 520 conducenti in un solo mese.

Le preoccupazioni del comandante

Il comandante Acquaro commenta preoccupato: “Se non si rispettano più neppure i semafori, come si può pretendere che si riduca il numero dei sinistri. È un’infrazione gravissima e i numeri emersi ci hanno davvero sorpreso, in negativo naturalmente”.

Secondo il Codice della Strada, è una distrazione molto grave anche chi, semplicemente, si è fermato oltre il limite previsto. Infatti, c’è da aspettarsi una vera e propria rivoluzione quando queste multe cominceranno ad arrivare assieme a quelle per chi è passato con il rosso.

Superare la striscia bianca equivale ad essere immortalati e, naturalmente, a ricevere una multa, dato che il dispositivo semaforico non perdona.

La somma di incasso prevista dalla Municipale è di oltre 80mila euro. Queste somme dovranno poi essere reinvestite in attività di sicurezza stradale e viabilità. Rispetto a chi ha deciso di ignorare il più importante dei segnali, il numero di infrazioni per superamento della linea d’arresto è in percentuale ridottissima.

Fonte: Il Messaggero

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET