fbpx

GENOVA: Autisti Amt a rischio sospensione per 98 multe in un anno ai semafori T-Red

GENOVA: Autisti Amt a rischio sospensione per 98 multe in un anno ai semafori T-Red

GENOVA: Autisti Amt a rischio sospensione per 98 multe in un anno ai semafori T-Red

Genova. I sindacati temono il peggio: “Si rischia una strage, l’azienda sarà costretta a fare nuove assunzioni“.

La scure dei semafori intelligenti T-Red colpisce anche gli autisti Amt e ora la questione potrebbe assumere risvolti ben più difficili da gestire per l’azienda. Quasi cento multe nel corso del 2020 e il rischio di trovarsi con una serie di patenti sospese e dipendenti non più abilitati alla guida.

L’anno scorso Amt si è vista recapitare 29 multe per il passaggio col rosso e 69 per il mancato rispetto delle corsie di canalizzazione. Il problema è che ognuno di questi verbali corrisponde alla decurtazione di 2 punti dalla patente, che vengono raddoppiati in caso di infrazione notturna. Al momento risulta avviata una sola contestazione disciplinare nei confronti di un autista che ha ampiamente oltrepassato la soglia delle dieci multe collezionate in servizio.

Il segretario regionale della Filt Cgil, Andrea Gamba, commenta allarmato: “Qui rischiamo una strage. Perché, se si perde forza lavoro, l’azienda si troverà costretta a fare nuove assunzioni. Il problema riguarda soprattutto il semaforo di via Cantore all’incrocio con via San Bartolomeo del Fossato. La linea aerea dei filobus è tutta spostata verso sinistra, quindi viene naturale agli autisti seguire quella corsia, anche se sarebbe riservata alla svolta. Ogni volta che succede scatta la multa. Così è un massacro”.

In bilico non ci sono soltanto i posti di lavoro, l’azienda può sempre avviare procedimenti disciplinari, quanto gli organici del personale addetto alla guida. In attesa di recuperare la patente sospesa, un autista può passare ad altre mansioni (come controllare i biglietti), ma nel frattempo servirà qualcuno per sostituirlo.

Giuseppe Gulli della Uiltrasporti avverte: “Al momento non ci risultano persone sospese, ma se non si interviene succederà in breve tempo. Inoltre c’è anche un problema di natura economica, perché l’azienda può rivalersi delle sanzioni e le decurtazioni possono toccare il 30-40% dello stipendio. E se in Amt è difficile essere licenziati, pensiamo, invece, a chi lavora in aziende private, […], se perde la patente perde il lavoro”.

È probabilmente anche alla luce di queste situazioni che il Comune di Genova ora sta valutando la sussistenza dei presupposti legali per annullare queste sanzioni. Mentre, in parallelo, le associazioni dei consumatori stanno tentando la strada dei ricorsi.

Fonte: Genova24

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET