fbpx

MILANO: Dopo gli arresti, altri 11 indagati per la cancellazione delle multe agli amici

MILANO: Dopo gli arresti, altri 11 indagati per la cancellazione delle multe agli amici

MILANO: Dopo gli arresti, altri 11 indagati per la cancellazione delle multe agli amici

Milano. Spicca il nome del sindacalista Cobelli nell’inchiesta che coinvolge i ghisa.

Dopo i quattro arresti tra la fine di luglio del 2019 e il giugno del 2020, si chiudono le indagini per altre 11 persone. Tra i nomi degli indagati spicca quello del vigile milanese Mauro Cobelli, storico sindacalista della Cisl e nemico dell’ex comandante della polizia locale Antonio Barbato.

Stando a quanto emerge dagli atti, tre indagate si erano introdotte nel sistema informatico di gestione delle contravvenzioni per regolarizzare le posizioni debitorie degli “amici“. Per il GIP Laura Anna Marchiondelli, le indagate si adoperavano per far risparmiare ai “clienti” poche decine di euro in cambio di prestazioni professionali.

Undici mesi dopo, un altro ghisa addetto all’Ufficio ingiunzioni è finito ai domiciliari per la definizione fraudolenta di 71 ordinanze di ingiunzione prefettizie. Adesso, la Procura di Milano ha inviato le informazioni di garanzia e notificato l’avviso di chiusura indagini ad altre 11 persone, tra cui, come detto, Cobelli. Le accuse sono di frode informatica, accesso abusivo a sistema informatico e falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Il periodo in esame dagli inquirenti arriva fino al 07/02/2020, ma il nome Cobelli era emerso nella prima ordinanza di custodia cautelare del luglio 2019. A denunciare il sindacalista Cisl, era stato Domenico Palmieri, ex dipendente della Provincia arrestato nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte infiltrazioni del clan Laudani negli appalti Lidl. Da quella denuncia era scattata l’indagine dei carabinieri, che nei giorni scorsi ha vissuto un altro importante snodo.

Fonte: IL GIORNO

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET