ROMA: solo un turista su 10 paga le multe

ROMA: solo un turista su 10 paga le multe

ROMA: solo un turista su 10 paga le multe

Roma. Tre volte tanto rispetto a Roma, sono le multe pagate dai turisti a Milano. Mentre a Roma solo uno su dieci paga le contravvenzioni, i turisti hanno pagato al Comune meneghino la metà delle sanzioni inviate oltreconfine. In un documento del Dipartimento Risorse economiche di Roma Capitale si legge che l’anno scorso la percentuale degli stranieri paganti è scesa al 14%. È cosa ben nota che i turisti non si affrettano a saldare le multe prese nel Bel Paese durante le vacanze. Rimangono tutti inesorabilmente impuniti i turisti che violano i limiti di velocità o quelli che entrano nelle Zone a Traffico Limitato del centro storico. In 9 casi su 10, le contravvenzioni agli stranieri rimangono solo su carta. Quasi nessuno paga le multe nonostante vengano tradotte in tutte le lingue del mondo. Multa in Italiano, strafzettel in tedesco, amend in romeno, amende in francese, fine in inglese e infracción in spagnolo.

Nessuna collaborazione delle autorità estere

Inglese, francese, spagnola, tedesca, rumena e russa la nazionalità dei trasgressori. Saldato appena il 14% dei verbali perché all’estero non collaborano. Per via della “mancata assistenza delle autorità nazionali”, come si legge nelle carte del Dipartimento Risorse economiche, il 45% viene “scartato”. Sono in media 89mila i verbali spediti dagli uffici capitolini.

Violazioni in aumento

Fin ora non si è riusciti a passare alla fase 2, l’incasso, nonostante il materiale per rimpinguare la borsa del Campidoglio non mancherebbe. I guidatori stranieri sono responsabili del 15% delle infrazioni per eccesso di velocità pur rappresentando in media il 5% del traffico continentale. Secondo uno studio della Commissione europea, quando ci si trova lontano da casa si cede più facilmente alle violazioni. I funzionari comunali scrivono quanto segue. “Il territorio di Roma Capitale […] è uno dei principali siti di aggregazione turistica mondiale con evidenti ricadute anche in tema di infrazioni al C.d.S”.

Fonte: Il Messaggero

Hai ricevuto una multa? Contestala con VINCO.NET